Capri

CAPRI

Capri è un'isola tirrenica, situata nella parte meridionale del golfo di Napoli (10,4 km2, 12.000 abitanti stabili), divisa amministrativamente nei due comuni di Capri e Anacapri...

 Il suo territorio è in prevalenza montuoso (monte Solario, 589 m); gode di un clima mite in tutto l'arco dell'anno ed è caratterizzata da tali bellezze naturali, quali grotte e scogli (grotta Azzurra, Faraglioni), da essere rinomata in tutto il mondo.Le principali risorse economiche derivano dal turismo, dall'agricoltura (vino, agrumi, olive) e dall'artigianato. L'isola nel corso del tempo ha stregato artisti, letterati e poeti, che l'hanno abitata e ne hanno fatto il loro luogo di elezione alimentandone il mito. Già l'Imperatore Augusto rimase colpito dalla bellezza del paesaggio, in seguito Tiberio vi trascorse gli ultimi anni di vita, secondo la leggenda fra gozzoviglie e banchetti. Nel 1131 venne conquistata dai normanni, dopo una fase di decadenza durante l'alto medioevo.

Ma la ricchezza e lo splendore vennero con gli Angioini e con gli aragonesi, che dettero inizio alla costruzione di importanti edifici pubblici. In modo particolare, durante il XIV secolo venne costruita la Certosa di San Giacomo, sede dell'ordine che dominò l'isola a lungo. Ma fu durante l'800 che Capri vide nascere la fama che conserva oggi. Infatti furono i primi letterati romantici, soprattutto tedeschi, a celebrarne la natura da paradiso perduto che crebbe con la scoperta della Grotta Azzurra. In seguito sono cresciute le attrezzature turistiche che oggi accolgono un copioso turismo internazionale.

Purtroppo a volte lo shopping non è per tutte le tasche, ma i giovani possono godersi l'isola in altri modi, dai bagni in uno dei mari più belli d'Italia, a passeggiate naturalistiche e a visite culturali. Vi si trovano alcuni resti archeologici come la Villa di Augusto e i Bagni di Tiberio, oppure girovagare tra i famosi ritrovi mondani come la Piazzetta, ovvero piazza Umberto I, situata nella cittadina di Capri, luogo d'incontro dei vip, nonché centro storico con la Torre dell'Orologio, il Palazzo Arcivescovile e la Chiesa di Santo Stefano con di fronte Palazzo Cerio. È possibile visitare la Certosa di San Giacomo oppure il Parco Augusto a terrazze sul mare con uno splendido panorama e di seguito giungere a Marina Piccola, deliziosa località balneare. Dal punto di vista naturalistico si può ammirare l'arco naturale scavato nella roccia dall'erosione di millenni, la Grotta di Matromania o Punta Tragara da dove si apre il panorama sui Faraglioni, le tre grandi rocce color ocra che escono dal mare, le due più alte si chiamano rispettivamente Stella e Scopolo.

Anacapri si sviluppa a 275 metri circa sul livello del mare e costituisce uno dei centri più importanti dell'isola. Monumenti caratteristici sono la Casa Rossa con accanto il Museo della Torre, la Chiesa di San Michele con un bellissimo pavimento in piastrelle maiolicate e la Chiesa di Santa Sofia accanto alla quale si sviluppa il nucleo più vecchio della città. Via Axel Munthe è una delle zone più caratteristiche: fiancheggiata da botteghe artigiane e ville signorili, conduce alla villa del medico svedese Axel Munthe autore di una celebre autobiografia romanzata sull'amore fra 'un nordico e la terra del sole'. L'edificio, arricchito di statue e opere d'arte, sorge sulle rovine della cappella di San Michele e di una vecchia fattoria, e si presenta come una congerie di stili diversi. Annesso alla villa è possibile visitare anche uno splendido giardino.

 

Come Raggiungere Capri

Per raggiungere Capri basta prendere la circumvesuviana per Napoli e una volta a Napoli chiedere indicazioni per il molo Beverello per Capri.

Diversamente si può prendere la circumvesuviana per Sorrento ed una volta a Sorrento prendere la barca per Capri