Parco Nazionale del Vesuvio

IL PARCO NAZIONALE DEL VESUVIO


Il Parco Nazionale del Vesuvio rientra nella legge quadro n. 394 del 6 dicembre 1991 in quanto area protetta, ma solo con il decreto del Presidente della Repubblica del 5 giugno 1995...

diviene realtà: viene istituito infatti il Parco Nazionale del Vesuvio. Risultato importante dopo oltre vent'anni di iniziative di ambientalisti italiani interessati alla conservazione dell'unico vulcano continentale attivo d'Europa, obbiettivo privilegiati di aggressioni inaudite: cementificazione, incendi, deposito di rifiuti.

Al momento il Parco Nazionale del Vesuvio, con i suoi 8.482 ettari, è tra i più piccoli d'Italia. I suoi obiettivi sono quelli della salvaguardia del territorio, dell'applicazione di metodi idonei per una corretta integrazione tra uomo e ambiente, della promozione di attività di educazione ambientale e di ricerca scientifica. Ma il Parco nasce anche per difendere il vulcano più famoso al mondo, proprio per questo l'ente rappresenta anche una sorta di scommessa dell'ambientalismo mondiale tesa a recuperare la selvaticità e il fascino del Vesuvio e del Monte Somma, strappandoli all'incredibile degrado cui erano pervenuti e restituendoli al godimento delle attuali e future generazioni, a cui, in ultima analisi, appartengono.

Per vivere la bellezza del Parco è possibile fare delle passeggiate attraverso diversi sentieri presenti all'interno dell'area:

1 - La Valle dell'Inferno
2 - Lungo i Cognoli
3 - Il Monte Somma
4 - La Riserva Tirone
5 - Il Gran Cono
6 - La Strada Matrone
7 - Il Vallone della Profica
8 - Il Trenino a Cremagliera
9 - Il Fiume di lava

Come Raggiungere il Parco Nazionale del Vesuvio

Vesuvio